Il 1° settembre inizia il "Tempo del creato"

tempo creato"Va’ e ripara la mia casa" - Tempo del Creato

Se non si può fisicamente, immaginiamo in questo momento di trovarci in questa accogliente chiesetta, guardati da questi occhi aperti del crocifisso bizantino di San Damiano. Quegli stessi occhi che dissero: «Francesco, - gli dice chiamandolo per nome - va’, e ripara la mia casa che, come vedi, è tutta in rovina» (Tommaso da Celano, Vita seconda di San Francesco, FF 593).

Grazie allo sguardo di San Francesco, possiamo gustare il canto del creato; grazie allo sguardo di Papa Francesco, l’attenzione al grido del creato e dei poveri. Ma adesso siamo davanti allo sguardo più importante, quello che dona senso a tutta la nostra esistenza. Lo sguardo di un “uomo” che ha dato la sua vita per ciascuno di noi. Non è “morto per noi”, ma ha “dato la vita”. Dona vita continuamente, a ogni nostro momento. Non possiamo rimanere sordi a questo sguardo che penetra il cuore. Ciascuno di noi, come Francesco, viene adesso chiamato per nome alla cura della Sua e nostra Casa Comune. Le fonti puntualizzano questo dettaglio, perché è importante. Questo “grido” è personale, questo sguardo vivo sta parlando a me.
Questo dialogo fatto di sguardi non avrebbe alcun senso, se da parte nostra non ci sarà un impegno a migliorare le cose. Un impegno missionario. Siamo ancora in tempo, sappiamo che le cose possono cambiare(LS 13) È chiaro che ciascuno di noi può fare una parte importante. La Laudato si’ è prima di tutto un richiamo all’azione.

Tuttavia, Papa Francesco non è ingenuo e ci ricorda che “non basta che ognuno sia migliore per risolvere una situazione tanto complessa come quella che affronta il mondo attuale …. Ai problemi sociali si risponde con reti comunitarie, non con la mera somma di beni individuali … sarà necessaria una unione di forze e una unità di contribuzioni» La conversione ecologica che si richiede per creare un dinamismo di cambiamento duraturo è anche una conversione comunitaria. (LS 219)
Lo scopo di questo scritto è per dirvi: abbiamo bisogno del contributo di tutti, tutti insieme possiamo essere il cambiamento che vogliamo! Solo se come Chiesa, come comunità cristiana ci uniamo agli uomini di tutto il mondo, ma prima tra di noi a livello interparrocchiale e diocesano, possiamo pensare a dare luogo a processi che portino ad un “cambiamento duraturo” e veder un giorno “riparata” la casa che il Padre di tutti ci ha donato con tanto amore e dovizia di bellezza! Una Casa con più giustizia e amore per tutte le Sue creature!!

L’Italia è un paese fecondo di associazioni che hanno raccolto l’invito del Crocifisso di San Damiano, anche molto prima dell’uscita dalla Laudato Si’, come la “Rete Interdiocesana dei Nuovi Stili di Vita” animate da Adriano Sella, le “Comunità Laudato Si’” coordinate dalla Chiesa di Rieti e Slow Food, e “Casacomune Laudato si' Laudato qui” presieduta da don Luigi Ciotti perché nata dalla collaborazione di Gruppo Abele e Libera.

Chi vi scrive fa parte del Movimento Laudato Si’ (ex Movimento Cattolico Mondiale per il Clima), un nome nuovo e una nuova identità con meno parole ma più Laudato Si’. A differenza delle precedenti associazioni questo è un movimento cattolico mondiale, non è solo una bella realtà italiana.
La road map di questo movimento laico e la rete delle organizzazioni ecclesiali di tutti i continenti, di cui è composto, è così descritta:
Innanzitutto, è una trasformazione interiore del nostro cuore.
Secondo, è una trasformazione esterna, il nostro stile di vita e le nostre abitudini di consumo.
E terzo, è una trasformazione sistemica che chiede di influenzare la sfera pubblica per trasformare le politiche e il paradigma prevalente.
Le tre dimensioni e gli inviti di questo terzo passaggio denominato Azione sono quelli che guidano il lavoro del MLS, ma è sulla prima dimensione che desideriamo concentrarci per invitarvi a non perdere l’occasione del “Tempo del Creato”.

Questa è una grande celebrazione ecumenica che si svolge ogni anno tra il primo settembre e il 4 ottobre. L’obiettivo è riunire in preghiera per il creato cristiani di diverse confessioni. Così, attraverso il sito ecumenico https://seasonofcreation.org/it/home-it/ ha iniziato a organizzare centinaia di attività in tutto il mondo, dai servizi di preghiera per il creato in luoghi simbolici di distruzione ambientale, a passeggiate per il creato con migliaia di partecipanti a Manila, insieme ad altre iniziative digitali come campagne per condividere fotografie che riflettono la bellezza della creazione e webinar con leader di diverse confessioni cristiane che pregano insieme.“Tempo del Creato” è una grande opportunità per le parrocchie e le comunità ecclesiali di focalizzare la cura della creazione nella vita spirituale, nell’impegnarsi in una varietà di azioni per prendersi cura del creato.
Vista l’importanza di questo “Tempo” l’ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della conferenza episcopale italiana, da diversi anni, mette a disposizione sul suo sito web molte risorse per celebrazioni e azioni comunitarie: locandine da affiggere alle porte delle chiese, schema di celebrazione ecumenica per il 1 settembre giornata nazionale per la custodia del creato, spunti per le omelie indirizzare alla conversione ecologica, e molto, molto altro, questi i link:
https://lavoro.chiesacattolica.it/16a-giornata-nazionale-per-la-custodia-del-creato/

Messaggio per la 16° Giornata per la custodia del creato

Scarica il Sussidio

Ispirati dall'urgente appello di Papa Francesco nella Laudato Si’, "a rinnovare il dialogo sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del pianeta" e a riflettere sulla necessità "di nuova solidarietà universale" in cui i più vulnerabili siano supportati per una vita più dignitosa, invitiamo tutti ad unirsi in questi sforzi.

Circolo Laudato Si’ - SGV

Diocesi di Fiesole

P.tta della Cattedrale, 1
50014 Fiesole (FI)
tel e fax: (+39) 055 59242
C.F: 94004010487

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

Per saperne di più vedi: INFO

Non mostrare più

Informazioni sui cookie

I Cookie sono porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio .
Questo sito utilizza soltanto cookie tecnici, che hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al suo funzionamento:
  • Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione e migliorare l'esperienza di navigazione dell'Utente;
  • Cookie analytics, che acquisiscono informazioni statistiche sulle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;
  • Cookie di funzionalità, anche di terze parti come Google, Facebook, Twitter , Youtube, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.
Questi cookie non necessitano del preventivo consenso dell'Utente per essere installati ed utilizzati. In ogni caso l'Utente ha la possibilità di rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser.
Per altre informazioni vai alla pagina informazioni legali di questo sito.

Contatti

Curia: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Twitter: @DiocesiFiesole