XXV Giornata del malato 11 febbraio 2017

miniimmagine cartolinaDiocesi di Fiesole

Ai cari amici:
medici, personale sanitario, associazioni di volontariato, confraternite di Misericordia, malati e loro familiari, UNITALSI, sacerdoti, religiosi, religiose, ministri della Comunione e comunità cristiane tutte.

La XXV Giornata Mondiale del Malato, che sarà celebrata l'11 febbraio 2017, quest'anno ha come tema:

Stupore per quanto Dio compie: «Grandi cose ha fatto per me l'Onnipotente...» (Lc 1,49)

Il messaggio di Papa Francesco in occasione della venticinquesima Giornata mondiale del malato, in programma l'11 febbraio 2017 a Lourdes, sul tema "Stupore per quanto Dio compie: Grandi cose ha fatto per me l'Onnipotente..." (Lc 1, 49): «Ogni malato – esordisce il Papa – è e rimane sempre un essere umano e come tale va trattato. Gli infermi, come i portatori di disabilità anche gravissime, hanno la loro inalienabile dignità e la loro missione nella vita e non diventano mai dei meri oggetti».

Quindi il Santo Padre ha fatto riferimento a quanto avvenuto nella Grotta di Massabielle: «Come Santa Bernadette – sottolinea – siamo sotto lo sguardo di Maria. L'umile ragazza di Lourdes racconta che la Vergine, da lei definita "la Bella Signora", la guardava come si guarda una persona. Queste semplici parole descrivono la pienezza di una relazione».

Dunque Bernadette, povera, analfabeta e malata, si sente guardata da Maria come persona: «La Bella Signora – ricorda Papa Bergoglio – le parla con grande rispetto, senza compatimento. Bernadette, dopo essere stata alla grotta, grazie alla preghiera trasforma la sua fragilità in sostegno per gli altri, grazie all'amore diventa capace di arricchire il suo prossimo e, soprattutto, offre la sua vita per la salvezza dell'umanità. E il fatto che la Bella Signora le chieda di pregare per i peccatori, ci ricorda che gli infermi, i sofferenti, non portano in sé solamente il desiderio di guarire, ma anche quello di vivere cristianamente la propria vita, arrivando a donarla come autentici discepoli missionari di Cristo».

A Bernadette, Maria dona la vocazione di servire i malati e la chiama ad essere Suora della Carità: «Una missione – ricorda il Pontefice – che lei esprime in una misura così alta, da diventare modello a cui ogni operatore sanitario può fare riferimento. Chiediamo, dunque, all'Immacolata Concezione la grazia di saperci sempre relazionare al malato come ad una persona che, certamente, ha bisogno di aiuto, a volte anche per le cose più elementari, ma che porta in sé il suo dono da condividere con gli altri».

E non è questa l'unica esortazione che il Sommo Pontefice ha rivolto a tutti gli operatori del mondo sanitario: «Trovare nuovo slancio – chiede Papa Francesco nel messaggio per la Giornata mondiale del malato – per contribuire alla diffusione di una cultura rispettosa della vita, della salute e dell'ambiente; un rinnovato impulso a lottare per il rispetto dell'integralità e della dignità delle persone, anche attraverso un corretto approccio alle questioni bioetiche, alla tutela dei più deboli e alla cura dell'ambiente».

Nel messaggio, tra l'altro, il Papa rinnova la sua vicinanza di preghiera e di incoraggiamento ai medici, agli infermieri, ai volontari e a tutti i consacrati e le consacrate impegnati al servizio dei malati e dei disagiati; alle istituzioni ecclesiali e civili che operano in questo ambito; e alle famiglie che si prendono cura amorevolmente dei loro congiunti malati: «A tutti – conclude il Santo Padre – auguro di essere sempre segni gioiosi della presenza e dell'amore di Dio, imitando la luminosa testimonianza di tanti amici e amiche di Dio tra i quali ricordo San Giovanni di Dio e San Camillo de' Lellis, patroni degli ospedali e degli operatori sanitari, e Santa Madre Teresa di Calcutta, missionaria della tenerezza di Dio».

Con le parole di Papa Francesco vi invitiamo alle celebrazioni delle Sante Messe insieme al nostro Vescovo Mario:

• VENERDI' 10 febbraio ore 16,00 presso l'ospedale Serristori di Figline Valdarno
• SABATO 11 febbraio ore 16,00 presso l'ospedale della Gruccia Montevarchi

Nell'attesa di incontrarVi in questi giorni per ringraziare il Signore insieme al nostro Vescovo, si ringrazia e si augura ogni bene a Voi tutti e alle vostre famiglie.

Figline Valdarno, 4 gennaio 2017                                                                              Servizio per la pastorale degli ammalati

Scarica locandina Giornata del Malato 2017

Scarica locandina per le parrocchie

 

Diocesi di Fiesole

P.tta della Cattedrale, 1
50014 Fiesole (FI)
tel e fax: (+39) 055 59242
C.F: 94004010487

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

Per saperne di più vedi: INFO

Non mostrare più

Informazioni sui cookie

I Cookie sono porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio .
Questo sito utilizza soltanto cookie tecnici, che hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al suo funzionamento:
  • Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione e migliorare l'esperienza di navigazione dell'Utente;
  • Cookie analytics, che acquisiscono informazioni statistiche sulle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;
  • Cookie di funzionalità, anche di terze parti come Google, Facebook, Twitter , Youtube, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.
Questi cookie non necessitano del preventivo consenso dell'Utente per essere installati ed utilizzati. In ogni caso l'Utente ha la possibilità di rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser.
Per altre informazioni vai alla pagina informazioni legali di questo sito.